valentina vandilli marketing linkedin

Valentina Vandilli ti svela i segreti del suo marketing per comunicare al meglio su LinkedIn

Se stai cercando delle strategie e degli accorgimenti utili per fare marketing su LinkedIn, mettiti comodo e continua la lettura perché questo sarà uno degli articoli da custodire gelosamente  nel tuo bagaglio di formazione.

Infatti, lungo tutto l’articolo, scoprirai qual è il modo per approcciarti a LinkedIn, quali sono gli errori da evitare e cosa dovresti fare per rendere più efficace la tua comunicazione su questa piattaforma.

L’articolo che hai davanti agli occhi è stato estrapolato da un’intervista fatta all’esperta Valentina Vandilli (per rivedere la registrazione basta accedere alla Sala degli Esperti).

Valentina Vandilli è una LinkedIn trainer e Social Media Manager, formatrice e consulente per freelance e aziende.

La sua esperienza nel mondo dei social l’ha portata sui palchi di svariati eventi formativi nazionali tra cui Rosa Digitale, Maximum Authority e Autorevolezza Live di Valerio Fioretti.

Ha collaborato con la Camera dei Deputati, con svariate università e diverse scuole superiori come insegnante in merito alle tematiche del Social Media e del Digital marketing.

È autrice di 3 libri:

Vendere con il Coinvolgimento Produttivo: come creare contenuti vincenti per i social network;

LinkedIn Formula. Il metodo per cambiare lavoro e trovare clienti;

LinkedIn per studenti. Come realizzare i tuoi sogni e trovare lavoro con LinkedIn.

Insieme a Valentina Vandilli scoprirai delle strategie applicative per avere un profilo LinkedIn funzionale per poter  comunicare in modo efficace e costruire un business di successo.

Nel dettaglio, ti mostreremo:

  • L’errore che tutti fanno nella creazione della propria rete di contatti, sia online che offline, e che impatta in modo negativo sulla conversione dei leads in potenziali clienti.
  • Il miglior modo per identificare il proprio target affinché la comunicazione sia come una calamita che attira i clienti giusti, smettendo così di provare continuamente affanno rincorrendo tutti.
  • Cosa fare per uscire dall’inganno di una comunicazione autoreferenziale per farsi notare dal proprio pubblico, spostando invece l’attenzione su ciò che conquista il potenziale cliente, perché arriva dritto al suo cuore.
  • Come distruggere la credenza limitante che “gli altri ti rubano le idee” e sfruttare il potere della condivisione per allargare gli orizzonti della propria mente ed essere più creativi ottimizzando così il potere della propria comunicazione.
  • Qual è la skill che farà emergere nel mercato il proprio prodotto/servizio differenziandosi dai competitors, soprattutto nel mondo del web.

🏆 Inoltre se clicchi sull’immagine qui sotto potrai sbloccare un INEDITO regalo! 🏆

Report gratis Valentina Vandilli
Clicca sull'immagine e scopri cosa c'è in REGALO gratis per te 🔮✨

Valentina Vandilli ci mostra l’errore da evitare durante la creazione della rete di contatti su LinkedIn


Uno degli errori più diffusi che le persone commettono quando fanno
marketing su LinkedIn è quello di costruire una rete di pessima qualità in merito alle  persone che hanno intorno a sé perché la maggior parte di queste non è interessata al prodotto o servizio che si sta vendendo.

Ancora prima di scrivere dei contenuti su LinkedIn, si dovrebbe delineare il target di persone che si vuole inserire nella propria rete di contatti in modo da avere tra loro soltanto contatti affascinati e/o potenzialmente interessati a ciò che tu vuoi comunicare e condividere.

Secondo Valentina Vandilli il miglior modo per identificare il proprio target affinché la comunicazione possa agire come una  calamita che attira i clienti giusti, evitando di inseguire quelli sbagliati, si trova nello schema in  4 step che stiamo per condividerti:

  • Innanzitutto bisogna fare una sorta di mappatura dei propri contatti. Su LinkedIn lo si può fare (dal computer) molto semplicemente scaricando i nominativi su un foglio Excel andando in “Impostazioni e Privacy”, per vedere chi è veramente di valore per te e chi invece è bene cancellare.
  • Dopodiché è bene costruire con ciascuno di loro una relazione umana tramite messaggi privati, commenti e scambi di informazioni davvero utili (evitando di fare SPAM).

Nota: L’acquisizione dei leads (persone che mostrano interesse verso ciò che proponi) può essere fatta anche attraverso la condivisione di post interessanti per la tua nicchia oppure cercandoli attraverso il motore di ricerca.

  • Una volta che sono dentro alla tua rete di contatti, li devi educare e nutrire scrivendo contenuti, articoli, post o facendo video, in modo da trasformarli in prospect cioè in potenziali clienti. 
  • Dopo averli nutriti, devi creare delle Call To Action. Ad esempio puoi dire “Iscriviti al webinar in cui ti rivelerò il mio sistema” oppure “Partecipa al webinar one to one in cui ti faccio vedere il mio prodotto/servizio”.

Quest’ultimo passaggio è la fase finale del processo e si chiama Bofu (Bottom Of The Funnel) in cui il prospect si fida di te e di ciò che gli proponi come soluzione ad un suo ipotetico problema o desiderio ed è questo il momento in cui  agisci per trasformare quel prospect in cliente pagante.

Lo sappiamo a cosa stai pensando e la domanda sorge spontanea:

Come si fa  a determinare il proprio target?

Valentina Vandilli rivela la sua strategia personale per scegliere il proprio target di riferimento

marketing linkedin


Servono 2 elementi per capire come fare
marketing su LinkedIn:

  1. Sapere esattamente qual è il tuo obiettivo in termini economici;
  2. Conoscere bene il target a cui vuoi rivolgere le tue comunicazioni per poi vendere il tuo prodotto/servizio.

Secondo Valentina Vandilli, le domande da farti per definire il tuo obiettivo sono:

Quanto vuoi fatturare?

Quanti clienti dovresti acquisire in un anno per raggiungere il fatturato che desideri?

Come vedrai tra poco, ovviamente devi considerare anche altri elementi per definire il tuo target ma già queste domande sono un ottimo punto di partenza.

Inizia a giocare con i numeri per farti un po’ di calcoli e trovare una risposta chiara.

Il tuo obiettivo è fatturare 250.000€ in un anno?

Se ciò che proponi ha il costo di 5.000, basta dividere il tuo obiettivo per il costo del tuo prodotto o servizio così da capire quanti clienti dovresti acquisire.

Obiettivo : costo prodotto/servizio = numero di clienti da acquisire in un anno

Es:

250.000€ : 5.000€ = 50 clienti

Quindi, in un anno dovresti acquisire 50 clienti che ti pagano 5.000€ l’uno.

Bene, una volta definito il tuo obiettivo in termini numerici, dovresti delineare bene il tuo target, le sue caratteristiche e dove riuscire a trovarlo.

Che tipo di persone (o aziende) stai cercando?

Quando una persona deve scegliere il target della propria attività, non può farlo  solamente sulla base di dati tecnici e con una mentalità rigida perché comunque qualsiasi azienda è fatta di persone e ha una sua storia.  

Valentina Vandilli, a tal proposito, ha evidenziato un dato oggettivo: 

Siamo figli di contadini e il legame con la terra è un legame olistico: se tu dai qualcosa a qualcun’altro allora prendi, e non è nemmeno certo che tu riesca sempre a cogliere dei frutti. 

Infatti, anche quando il raccolto va male e sai che c’è il rischio di non riuscire a raccogliere nulla, tu continui a lavorare, a prenderti cura del terreno e prosegui così per tutta la vita.

Quando si crea un’azienda o un business spesso non lo si fa solo per soldi, la si crea mossi anche da un sentimento di rivalsa per dimostrare agli altri di essere riusciti in qualcosa in cui altri non ci avrebbero mai scommesso.

E per la scelta del target è un po’ la stessa cosa: le persone con cui potrai lavorare meglio sono quelle più simili a te e per poterle identificare devi andare in profondità ragionando in modo olistico e domandandoti:

Chi sono?”

“Chi voglio attirare come clienti?”

“Perché sono arrivato/a a fare questo lavoro?

Per seguire questo principio con la pratica, quando Valentina Vandilli scrive i suoi contenuti su LinkedIn, esprime dei valori forti per un motivo ben preciso che potrai utilizzare anche tu nella tua comunicazione per attirare il target che desideri.

Un esempio di comunicazione che ci ha condiviso Valentina Vandilli è il seguente:

Per me il valore della lealtà all’interno di una relazione commerciale è sempre al primo posto. Non è importante chiudere il contratto, ma avere un’azienda che sia davvero leale nei miei confronti”.

In questo modo, viene creato un filtro che seleziona in modo quasi naturale il target con cui si vuole avere a che fare, infatti…

Indovina quali sono le persone che rispondono ad un post del genere?

Sono persone che credono davvero nel valore condiviso, ed è proprio il mettere in evidenza ciò che avete in comune che vi porterà a lavorare con le persone con cui volete entrare in relazione.

🏆 Inoltre se clicchi sull’immagine qui sotto potrai sbloccare un INEDITO regalo! 🏆

Report gratis Valentina Vandilli
Clicca sull'immagine e scopri la speciale risorsa GRATIS di Valentina Vandilli 🔮✨

Valentina Vandilli svela i 3 segreti per comunicare in modo efficace e impattante su LinkedIn


Se vuoi che il tuo messaggio arrivi forte e chiaro nel cuore del potenziale cliente, dovresti apprendere come comunicare in modo impattante al cuore delle persone.

Ecco rivelati qui di seguito 3 segreti che ti aiuteranno a tal riguardo.

Segreto n.1 – Non essere autoreferenziale!

Molte persone o aziende si autoreferenziano, senza una verità di fondo, dicendo:

Noi siamo leader nel mercato”

Oppure

“noi siamo i migliori perché…perché….”.

Valentina spiega che se lei afferma che “LinkedIn Formula” è il sistema n.1 in Italia per trovare lead con LinkedIn, in realtà sta solo dicendo che è coerente con tutto ciò che lei fa, non è autoreferenziale.

Infatti ha un’Accademy, ha degli studenti, tra i suoi clienti ci sono anche grandi aziende, ed ha più di 50 referenze sul profilo che confermano la coerenza tra ciò che dice e promette e i risultati che  fa ottenere a coloro che si affidano a lei.

Segreto n.2 – Esci dalla sindrome dell’impostore

Il secondo segreto consiste nel  saper valorizzare le proprie competenze uscendo dalla “sindrome dell’impostore”, che consiste nel sentirsi un impostore quando si condividono i propri contenuti di valore credendo di non essere abbastanza esperti dell’argomento trattato.

Al mondo c’è sempre qualcuno che ne saprà meno di te sull’argomento di cui tu sei esperto e magari quel tuo contenuto di qualità può essergli di grande aiuto.

Se poi in quel contenuto inserisci anche le tue peculiarità e riesci a metterle in risalto, avrai creato un cocktail di efficacia comunicativa che arriva dritto al cuore di chi ti legge.

Per far comprendere meglio il concetto, Valentina Vandilli ci ha condiviso un suo aneddoto personale.

Lei utilizza spesso l’espressione “Esagera sempre!” unita ad un gesto con la mano aperta.

Ma da dove viene questo gesto? 

È nato dalla sua ribellione verso un’esperienza negativa che ha subito in passato da parte di una persona narcisista.

Chi è stato con una persona del genere, sa benissimo che il narcisismo è una patologia psichiatrica che genera una serie di abusi psicologici, affettivi, fisici, sessuali e quant’altro.

Ad ogni sua preoccupazione, la risposta che riceveva in cambio era sempre la stessa:

Ma esageri sempre! Ma cosa stai dicendo?”.

Così ha deciso che quel dolore, quella sua peculiarità l’avrebbe fatta diventare la sua caratteristica principale scrivendo, affermando e riaffermando sé stessa attraverso la scrittura.

Se non mostri la tua personalità anche attraverso i contenuti che condividi, probabilmente attirerai persone sbagliate.

Segreto n.3 – Ricorda il personal branding

Il terzo segreto è legato al concetto  del personal branding.

Se indossi una maschera per nascondere il vero te stesso, anche nella creazione di contenuti e nelle relazioni, gli altri ti conosceranno come la persona che ha quella maschera e attirerai, quasi sicuramente, persone simili a quella maschera.

Se scrivi e condividi un  articolo in cui non credi  le persone ti conosceranno per ciò che hai scritto e non per ciò in cui credi veramente.

In quell’articolo dovrebbe saltare all’occhio il tuo carattere e la tua personalità per fare in modo che  coloro che leggeranno  il tuo contenuto possano riconoscersi  in ciò che scrivi.

Segreto Bonus - LinkedIn Keyword


Pensavi che i segreti fossero finiti, vero?

Invece come premio per te che sei giunto a leggerci fino a questo punto abbiamo deciso di darti ancora più valore.  Infatti, il segreto bonus è che… 

LinkedIn non funziona come Facebook, infatti non devi inserire sempre contenuti per far lavorare l’algoritmo a tuo favore.

In LinkedIn si crea il profilo inserendo le proprie esperienze professionali, il tuo lavoro attuale e tanti altri elementi come le keyword (parole chiave).

Per approfondire l’argomento puoi leggere l’articolo che  Valentina ha scritto proprio sulle  LinkedIn Keyword cliccando qui.

Dopodiché si lavora con 2 elementi: 

  • l’inbound marketing, condividendo informazioni di qualità (non con un’altissima frequenza altrimenti ti bruci tutti i contenuti in breve tempo). 

Scrivi un articolo madre bello lungo e poi lo suddividi in 5 post più piccoli che puoi pubblicare 1 volta al giorno oppure 2 o 3 volte a settimana.

Le informazioni che pubblichi su Facebook le puoi prendere, modificare un po’ e adattarle a LinkedIn. Tutto questo ti serve per portare persone in target dentro la tua lista contatti.

  • la relazione, cioè il tempo che tu spendi su LinkedIn per creare dei rapporti condividendo un contenuto sulla tua bacheca o magari suggerendolo in privato.

Il tempo da rivolgere a LinkedIn è legato ai risultati che si vogliono ottenere, anche perché non esistono automazioni su questa piattaforma, infatti sono vietate.

Ecco come riuscire ad utilizzare LinkedIn a tuo vantaggio: parola di Valentina Vandilli


Se finora hai scoperto delle informazioni utili per  creare una buona base di partenza, allora i prossimi contenuti ti faranno venire letteralmente l’acquolina in bocca.

Valentina Vandilli ci ha condiviso degli accorgimenti per riuscire a potenziare il tuo marketing su LinkedIn:

  • Il contenuto migliore da condividere su LinkedIn è di circa 200 battute e sfruttando questo fattore  puoi usare ciò che hai già scritto in un articolo del blog per creare tantissimi micropost utili a far crescere il coinvolgimento dei contatti in maniera esponenziale.
  • Ovviamente dovresti anche usare l’hashtag con le keyword giuste, oltre che scrivere con il tuo stile personale.

Le persone su LinkedIn sono attente ai contenuti e al modo personale con cui vengono scritti  perché non sono distratte dalle pubblicità

  • Altri tipi di post efficaci sono quelli con poco testo in cui  magari commenti una foto oppure un post solo con del testo in cui esprimi un concetto semplice e sintetico.

A differenza degli altri social che sono molto visivi, su LinkedIn l’attrazione è mentale, un po’ come i “sapiosexual” (cioè quelle persone che sono attratte prima “mentalmente” e poi da tutto il corpo. Per loro l’aspetto mentale viene prima di tutto il resto)

Quindi essere una persona di valore ti aiuterà ad emergere con più probabilità perché LinkedIn è un social davvero molto meritocratico ed è completamente diverso dagli altri.

I tuoi contenuti effettivamente devono  sedurre la mente dei contatti che fanno parte della tua rete, seduzione che puoi far emergere  grazie anche al copywriting appreso dai Maghi del Copy (scrivere in modo persuasivo per vendere)

🏆 Inoltre se clicchi sull’immagine qui sotto potrai sbloccare un INEDITO regalo! 🏆

Report gratis Valentina Vandilli
Clicca sull'immagine e scopri la speciale risorsa GRATIS di Valentina Vandilli 🔮✨

Valentina Vandilli ti mostra la potenza degli effetti della condivisione e perché la tua idea non può essere rubata


Secondo Valentina Vandilli, in Italia una delle credenze limitanti più forti è quella del pensare:

Ah, ma se io dico la mia idea me la rubano

e per effetto di questa credenza, si è contrari alla condivisione.

All’estero funziona diversamente ed esistono delle startup collaborano  insieme e lavorano su progetti comuni che riescono a dar vita a risultati eccezionali davvero impattanti.

Risultati che magari non sarebbero mai stati raggiunti se ognuno avesse lavorato individualmente.

Riesci ad intuire quale forza intrinseca può avere in sé il concetto di  condivisione?

Dovresti comprendere al più presto che nessuno ti può rubare un’idea.

Sappiamo che è un boccone amaro difficile da digerire e lo sa anche Valentina Vandilli che ha deciso di mostrarti il perché è convinta di ciò che dice…

Ciò che hai pensato di costruire, in realtà, è qualcosa che probabilmente già esiste, quindi cosa ti possono mai rubare?!

Solo un elemento sarà l’unica cosa che non potrà mai essere imitata ed è…

…il modo in cui la comunichi.

Apprendi questa competenza al più presto, perché sarà quell’unico elemento che ti permetterà di differenziarti  dalla massa e ti renderà unico agli occhi di chi ti legge.

Se vuoi approfondire il copywriting, l’abilità di rendere la comunicazione dei tuoi testi più persuasivi ed impattanti, puoi iniziare partendo da qui >>

Risveglia il copywriter nascosto dentro di te.

Secondo l’analisi di Valentina Vandilli, molte aziende hanno fiutato la forza del web, creando dei rami online, e in questa digitalizzazione di massa, dovresti riuscire ad emergere per differenziarti dai tuoi competitors. Non è un caso se la skill che ti può aiutare in questo è il copywriting.

Quindi apprendi al più presto l’abilità di scrivere in modo efficace e persuasivo attraverso le newsletter, gli articoli di blog e/o i social perché il copywriting è l’elemento chiave per adattarsi alla comunicazione digitale che ormai si è largamente diffusa in ogni settore e contesto.

Siamo quasi arrivati al capolinea di questo articolo attraverso cui ti abbiamo condiviso  le informazioni utili e pratiche che ti servono per iniziare a lavorare da professionista su LinkedIn.

Prima di mostrarti come fare per seguire Valentina Vandilli, vogliamo riassumerti i punti essenziali di tutto ciò che hai scoperto oggi riguardo LinkedIn (che puoi anche adattare e applicare anche in altre piattaforme):

  • Lo schema a 4 step per convertire un lead in cliente su LinkedIn, partendo da una mappatura dei contatti a cui rivolgere la tua comunicazione, creando una relazione, nutrendo ciascuno di loro con contenuti di valore per poi convertirli in clienti;
  • I 2 elementi per impostare un marketing che sia davvero efficace, affinchè possa permetterti di concretizzare anche gli obiettivi economici;
  • I 3 segreti (con un segreto bonus) per comunicare in modo impattare alla tua rete di contatti;
  • Perché dovresti apprendere il copywriting e come questa competenza ti può aiutare a distinguerti dai tuoi competitors nel mondo dell’online (ma anche offline)

Invece se vuoi seguire Valentina Vandilli per approfondire ciò che ci ha condiviso, puoi andare: 

Invece  se vuoi vedere l’intervista integrale fatta a Valentina Vandilli, puoi accedere gratuitamente all’interno della Sala degli Esperti di Copyland.


Troverai una raccolta di interviste di Copyland (compresa quella di Valentina Vandilli) per poterle riguardare, e commentare, tutte le volte che desideri.

Ma cosa sono le interviste di Copyland?

Le interviste di Copyland sono la 1° e unica serie di interviste agli esperti trasmessa dal mondo di Copyland.

A differenza di tutte le altre noiose e ripetitive live sui social che puoi trovare altrove, queste interviste agli esperti dei settori più disparati, ti riveleranno con ironia e improvvisi colpi di scena, tutti i segreti della comunicazione efficace in ogni settore che tu possa immaginare.

In ogni intervista ti ritroverai letteralmente catapultato in un “mondo parallelo” in cui l’appren-divertimento (tipico di noi Maghi del Copy) ti permetterà di conoscere e scoprire i segreti della comunicazione efficace a 360°.

Scrivi, Attira, Vendi

I Maghi del Copy

Lorenz, Vituz & Carloz

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo, scrivici un tuo feedback qui sotto nei commenti per farci sapere cosa ne pensi o qual è stata la cosa che ti ha colpito di più.

Ogni tuo commento contribuirà a darci nuovi spunti per scrivere altri articoli di blog sfruttando il potere della comunicazione efficace!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Informazioni su I Maghi del Copy

Il nostro sogno è quello di dar voce a quante più persone possibili attraverso il giusto utilizzo del copywriting, in modo che ognuno possa diffondere il proprio sapere, prodotti, servizi e abilità, per contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

Informazioni su I Maghi del Copy
Il nostro sogno è quello di dar voce a quante più persone possibili attraverso il giusto utilizzo del copywriting, in modo che ognuno possa diffondere il proprio sapere, prodotti, servizi e abilità, per contribuire a rendere il mondo un posto migliore.

15 risposte su “Valentina Vandilli ti svela i segreti del suo marketing per comunicare al meglio su LinkedIn”

Grazie per le chicche, molto utili! forniscono un’ottima base per costruire un profilo professionale e performante.

Ottimo Alessandra

Ci fa piacere che tu abbia apprezzato questo nostro articolo.

Tienici aggiornati quando applicherai queste chicche 😉

L’errore più grande che vedo fare da molti è quello di approcciarsi a Linkedin come se fosse un’inutile doppione di Facebook…

In realtà non è così, e questo articolo lo fa capire molto bene.

È una miniera di preziosi consigli per imparare le basi della comunicazione su questo social, che se ben utilizzato può rivelarsi strategico.

Utilissimo e spiegato in maniera semplice, ora non resta che mettersi al lavoro sul profilo 🤣.

Grazie Maghi come sempre, e grazie a Valentina Vandilli. 🙏

Hai proprio ragione Candida, in molti credono erroneamente di poter usare Linkein così come usano facebook ma in realtà sono 2 social molto differenti.

Inizia subito ad applicare ciò che hai appreso tramite questo articolo e relativo pdf scaricabile tramite condivisione, e poi aggiornaci suoi risultati ottenuti.

Questo articolo è un concentrato di pura formazione su come approcciarsi a Linkedin

Nel momento in cui dovrò curare il mio profilo Linkedin, sicuramente avrò accanto a me questo articolo per seguire passo passo le istruzioni per iniziare al meglio!

Articolo davvero molto pratico e utile!!!

Hai proprio ragione Salvo.

Questo articolo è un concentrato di pura formazione sul come approcciarsi a Linkedin in modo efficace.

Hai scaricato anche il pdf custodito al suo interno?

Ottimi spunti e informazioni concrete da Valentina Vandilli proprio per chi come tanti è iscritto su LinkedIn senza troppi obiettivi. È sicuramente un buon social per fare Organico ancora poco sfruttato dai più. Grazie maghi per la chicca.

Esatto Ricky

Linkedin ha grandi potenzialità non ancora sfruttato al meglio dalla magior parte delle persone.

In questo articolo ci sono tanti spunti utili per chi vuole iniziare ad utilizzare Linkedin in modo professionale.

Ho un profilo Linkedin ma lo utilizzo raramente, ma tornerò a leggere l’articolo quando deciderò di inserirmi meglio anche in Linkedin.

Grazie Maghi.

Bene Fabio

Salvato l’indirizzo di questo articolo tra i tuoi preferiti e salvalo insieme al pdf scaricabile tramite la condivisione dello stesso.

Mamma mia quante chicche preziose che ha condiviso Valentina!

LinkedIn è per me ancora tutto da scoprire e lo farò sicuramente con Valentina perché mi piace la sua grinta e la sua professionalità.

Riconoscono il potere e il piacere della “condivisione” di cui voi siete grandi Maestri.

Lo dimostra anche l’intero anno che avete dedicato alle interviste di altri esperti che ci hanno condiviso chicche e mindset davvero strepitosi.

Hai proprio ragione Giuliana

Valentina ci ha condiviso un sacco di informazioni utili, interessanti ed anche molto pratiche ed immediate.

Visto che questa rubrica degli articoli estrapolati dalle interviste di Copyland vi sta piacendo, non è escluso che nei prossimi mesi potremmo pubblicarne anche degli altri.

Ti piace l’idea?

Seguo valentina su Linkedim, da quando l’avete intervistata, quindi avere la sua trascrizione è stato proprio un bel regalo!

Ottimo Giulia

Siamo felici del fatto di averti presentato Valentina Vandilli e che tu abbia apprezzato questa nostra condivisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ALTRI ARTICOLI

SEGUICI SUI SOCIAL

Privacy PolicyCookie PolicyContatti

“I Maghi del Copy”, “Copy ADVentures” e “Copy DOMINO” sono Marchi Gestiti da L.R. S.R.L.S – Via Cantù 49, 95040, Mazzarrone – P. IVA : 05628900879

Tutti i Diritti sono riservati. È vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale.